UN PINO SULLA SOMMITA’ DELLA CASA

Posted by on Mar 6, 2013 in Evidenza, Progetti | Commenti disabilitati su UN PINO SULLA SOMMITA’ DELLA CASA

UN PINO SULLA SOMMITA’ DELLA CASA

BANDO DI CONCORSO

PER 10 RESIDENZE ARTISTICHE

dal 29 aprile al 5 maggio 2013

PRESSO LA FONDAZIONE IL CAMPO DELL’ARTE

nell’ambito del progetto

“UN PINO SULLA SOMMITÀ DELLA CASA”
nuovi orizzonti, nuovi paesaggi

Scadenza presentazione domande 5 aprile 2013

Download brochure [pdf]

La realizzazione di 10 residenze artistiche si inserisce nell’ambito del progetto “Un pino sulla sommità della casa. Nuovi orizzonti e nuovi paesaggi” che vuole contribuire a mettere di nuovo al centro dell’attenzione di cittadini ed artisti i territori con le loro peculiarità che, se rivissute con la sensibilità contemporanea, proiettata verso un nuovo umanesimo, riescono a ridefinire
nuove e più intense forme di identificazione e valorizzazione.

La Fondazione sta promuovendo una riflessione su questi temi anche grazie ai contributi di François Burkahrdt, Carmine Gambardella, Paolo Portoghesi, interconnettendo saperi e conoscenze per sperimentare un fare vicino alle comunità, alle culture locali, in sintonia con la natura e con uno sguardo attento al mondo rurale.

I partecipanti faranno la conoscenza diretta dello spazio della Fondazione guidati da artisti ed esperti per un coinvolgimento creativo, sensoriale ed emozionale anche attraverso l’utilizzo della metodologia propria delle Arti Terapie.

I residenti svilupperanno ipotesi progettuali e opere per la mostra “Stare nella natura” con la guida dei docenti e con l’aiuto di artigiani-artisti. La proposta dovrà orientarsi in sintonia con le finalità della Fondazione:
rispetto dell’ambiente, riqualificazione dell’esistente, quindi uso di materiali poveri o di scarto, uso di materiali di provenienza locale nel rispetto dell’identità dei luoghi e attenzione alle lavorazioni che dovranno essere a basso utilizzo energetico.

Un riferimento potrà essere il concetto di “decrescita” e tutti quei movimenti di pensiero che ricercano un nuovo e diverso approccio al consumo e alla produzione, reagendo alla prassi della progettazione dell’obsolescenza delle merci. Una attività, quindi, integrata e coordinata sul rapporto arte, design, architettura, territorio, comunità ed ambiente.
Sicuri riferimenti sono costituiti dall’architettura organica e dall’arte
ambientale e pubblica.